Premiata Pasticceria Trinacria

i Rustici Senza Glutine

Sempre caldi e fragranti con un cuore ricco di sorprese

Complessa ed articolata, la cucina siciliana è ritenuta la più ricca di specialità e la più scenografica d'Italia. Alcuni dei cibi più noti, diffusi non solo a livello regionale, sono i rustici.

Tra questi il posto d'onore spetta agli "Arancini" che in alcune aree della parte occidentale dell'isola sono chiamati italianizzati "Arancine". Si tratta di una palla o di un cono di riso impanato e fritto, farcito generalmente con ragù, piselli e caciocavallo, oppure dadini di prosciutto cotto e mozzarella. Il nome deriva dalla forma originale e dal colore dorato tipico, che ricordano un'arancia.

Inoltre durante le festività religiose le strade siciliane, soprattutto nei paesi, si riempiono di fiere culinarie dove si trovano frittelle d'ogni tipo sia salate che dolci e tutto ciò che può esser consumato in strada.

i Dolci tipici siciliani senza glutine

Tipici della tradizione stimolano il palato combinando sapori e profumi unici

In Sicilia i dolci tipici sono davvero tanti. Non possono mancare, d’altronde in una regione che di questo ha fatto il suo cavallo di battaglia: infatti quando dici “cassata” ti senti rispondere Sicilia. Hanno tutti radici antichissime, riconducibili alle dominazioni arabe e normanne per l’introduzione nell’isola di mandorle ed agrumi, a quella spagnola per l’introduzione del “pan di Spagna”, ed infine durante il barocco per l’utilizzo dei canditi. Non ultimo il “pistacchio”, in siciliano “frastuca”, introdotto anch’esso dal medio oriente, ha assunto oggi una tipicità che nessuna altra regione al mondo può vantare.

Chi li assapora, come per incanto, può percepire presenze sottili di un tempo passato.